The drawing

In occasione della Giornata Internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (20 novembre 2019) IKEA ha sviluppato con Save the Children un progetto di sensibilizzazione sul tema della violenza assistita che ha il suo fulcro in una campagna ideata da DDB Italia.

Ancora prima di imparare a parlare, i bambini comunicano. Lo fanno con i mezzi che hanno a disposizione come i disegni con cui esprimono emozioni ma anche disagi, spesso ignorati dagli adulti. Per questo negli ambienti espositivi dei negozi IKEA sono inseriti in maniera del tutto naturale i disegni di bambini vittima di violenza assistita.

Alla fine del percorso espositivo un wall esperienziale mostra quei disegni, raccontando le storie di bambini vittima di violenza assistita e invitando a supportare la petizione sul sito di Save the Children.

La line: “Solo perché non l’hai visto non vuol dire che non sia successo”.

L’operazione ha luogo in tutti i negozi IKEA dal 20 al 24 novembre dove si sostanzia oltre che con il wall esperienziale anche con un keyvisual coerente.

La campagna si completa sui social con un video dedicato e con un post che evidenzia  in maniera molto forte le conseguenze della violenza assistita sui bambini.

 

iliad – La verità fa crescere.

Verità e Rivoluzione sono i due concetti portati avanti da iliad sin dal suo arrivo nel settore telco circa due anni fa. Nel 2020 iliad mostra come solo la verità ci rende consapevoli e quindi adulti.

IKEA – MR. CUCKOO

In un anno come il 2020, fatto di giornate copia-incolla, c’era bisogno di un po’ di novità. Perché niente sa rompere la routine quotidiana e farci sentire così bene. Da questo concetto, nasce una campagna che celebra le novità IKEA attraverso la storia di Mr. Cuckoo: un cucù stufo della monotonia e pronto ad accogliere nella sua vita qualcosa di nuovo. E inaspettato.

Lamborghini Aventador ULTIMAE – Timeless

Quelle che ora consideriamo icone mondiali non lo sono da sempre: solo chi fa scelte inizialmente incomprese e radicali, col tempo, può raggiungere questo status. Questo film racconta proprio il viaggio oltre ogni convenzione e aspettativa con cui Lamborghini Aventador riesce a sfuggire alla dimensione temporale per diventare “timeless”.

Stop Cat-Calling

L’84% delle donne è stata vittima di cat-calling almeno una volta nella vita. Mentre in alcuni paesi europei come Francia e Belgio questa violenza è perseguita dalla legge, in Italia non è considerata reato.

In occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne, Zurich Connect ha deciso insieme a noi di prendere una posizione sull’argomento, creando Stop Cat-Calling, la prima difesa cross-nazionale contro le molestie verbali a sfondo sessuale.
Grazie a un profilo falso, abbiamo intercettato i cat-callers sui social media e abbiamo risposto ai loro commenti offensivi con un link esca. Una volta cliccato sul link, i molestatori sono atterrati su un sito registrato in Francia, dove i loro comportamenti erano perseguibili penalmente. Così, posti di fronte al rischio, quasi tutti i molestatori hanno eliminato spontaneamente il commento offensivo.

Ma non ci siamo fermati qui. Per cambiare veramente le cose abbiamo chiesto alle persone di aiutarci a cambiare la legge, invitandole a firmare una petizione per rendere il cat-calling un reato anche in Italia.

The forgetful

Quando per 3 mesi non devi pagare le rate della tua nuova auto, puoi persino dimenticarti di averla comprata. È questo quello che succede nei 2 soggetti della nuova campagna dedicata alla gamma SUV. Un messaggio in pieno stile Volkswagen per sottolineare come è possibile vivere senza pensieri anche l’acquisto di una nuova auto.

The Uncampaign

Ogni anno, 30 milioni di Italiani aspettano con ansia e desiderio che l’ultima edizione del catalogo IKEA arrivi nelle loro cassette della posta. Nel 2020, però, per la prima volta nella storia, il brand decide di non consegnarlo direttamente a casa delle persone ma di distribuirlo, invece, solo all’interno dei negozi.

Confessare agli italiani la fine di questo rito a loro così caro era impensabile. Da qui, nasce una speciale campagna ideata da DDB Italia: The UnCampaign, la prima campagna pensata per essere ignorata. Ma anche per essere illeggibile, indecifrabile, irraggiungibile e introvabile, sfruttando ad hoc touch point e media diversi: OOH posizionati nei luoghi meno trafficati d’Italia, stampe incomprensibili, display adv nei siti meno visitati del wev e social utilizzati al contrario, con dei perfetti sconosciuti come Influencer e Instagram stories infinite, tutte da skippare. Nonostante la triste notizia, la campagna viene comunicata con uno speciale video al target che ne resta conquistato. E certamente divertito. Il risultato? Il traffico in-store e sul sito aumentano drasticamente, insieme alla brand awareness. Tutto, con 0 milioni di earned media impressions.

 

SE NE PARLI NON È RARO

Sanofi Italia ha riconfermato la sua attenzione con una campagna dedicata alla Giornata delle Malattie Rare (28 febbraio 2021), sviluppata insieme a DDB GROUP ITALY. Rimuovere le barriere, anche emotive, per una piena e fattiva inclusione sociale perché certe paure le conosciamo tutti ma ce n’è una che pochi conoscono e che per questo fa ancora più paura, sentirsi esclusi.

Sorry

Volkswagen lancia una nuova campagna di gamma dedicata a 5 modelli e lo fa offrendo a tutti le prime 3 rate, la manutenzione e l’assicurazione a tutela della salute.

Un’offerta da cogliere al volo, pensata per essere alla portata di tutti. O meglio, quasi tutti. Perché quei 5 astronauti che in questo momento si trovano nello spazio non possono proprio approfittare dell’occasione.

Sulle note di I’m Sorry di Brenda Lee, ricordiamo così a tutti che questa nuova e vantaggiosa offerta è disponibile ora, ma solo sulla Terra.