The drawing

In occasione della Giornata Internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (20 novembre 2019) IKEA ha sviluppato con Save the Children un progetto di sensibilizzazione sul tema della violenza assistita che ha il suo fulcro in una campagna ideata da DDB Italia.

Ancora prima di imparare a parlare, i bambini comunicano. Lo fanno con i mezzi che hanno a disposizione come i disegni con cui esprimono emozioni ma anche disagi, spesso ignorati dagli adulti. Per questo negli ambienti espositivi dei negozi IKEA sono inseriti in maniera del tutto naturale i disegni di bambini vittima di violenza assistita.

Alla fine del percorso espositivo un wall esperienziale mostra quei disegni, raccontando le storie di bambini vittima di violenza assistita e invitando a supportare la petizione sul sito di Save the Children.

La line: “Solo perché non l’hai visto non vuol dire che non sia successo”.

L’operazione ha luogo in tutti i negozi IKEA dal 20 al 24 novembre dove si sostanzia oltre che con il wall esperienziale anche con un keyvisual coerente.

La campagna si completa sui social con un video dedicato e con un post che evidenzia  in maniera molto forte le conseguenze della violenza assistita sui bambini.

 

iliad – La verità fa crescere.

Verità e Rivoluzione sono i due concetti portati avanti da iliad sin dal suo arrivo nel settore telco circa due anni fa. Nel 2020 iliad mostra come solo la verità ci rende consapevoli e quindi adulti.

Stop Cat-Calling

L’84% delle donne è stata vittima di cat-calling almeno una volta nella vita. Mentre in alcuni paesi europei come Francia e Belgio questa violenza è perseguita dalla legge, in Italia non è considerata reato.

In occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne, Zurich Connect ha deciso insieme a noi di prendere una posizione sull’argomento, creando Stop Cat-Calling, la prima difesa cross-nazionale contro le molestie verbali a sfondo sessuale.
Grazie a un profilo falso, abbiamo intercettato i cat-callers sui social media e abbiamo risposto ai loro commenti offensivi con un link esca. Una volta cliccato sul link, i molestatori sono atterrati su un sito registrato in Francia, dove i loro comportamenti erano perseguibili penalmente. Così, posti di fronte al rischio, quasi tutti i molestatori hanno eliminato spontaneamente il commento offensivo.

Ma non ci siamo fermati qui. Per cambiare veramente le cose abbiamo chiesto alle persone di aiutarci a cambiare la legge, invitandole a firmare una petizione per rendere il cat-calling un reato anche in Italia.

IKEA – Catalogo 2020

È un rito che si rinnova ogni anno quello del lancio del Catalogo IKEA e quest’anno si carica di un significato ancora più profondo, legato al nuovo ruolo che ha assunto la casa nelle nostre vite e alla capacità del brand di supportare in modo positivo le esigenze di cambiamento delle persone. È da queste premesse che nasce la piattaforma strategica e di comunicazione ideata da DDB Italia: il Catalogo come una guida che rende possibile persino ciò che può sembrare impossibile, come adottare soluzioni di vita sostenibili senza grandi sforzi e con facilità.

Nella fase di pre-lancio diamo vita al concetto giocando creativamente sul paradosso: nessuno più degli animali sa conciliare sostenibilità e risparmio, capaci nella loro vita quotidiana di vivere in modo perfettamente sostenibile senza spendere troppe risorse. È così che prende forma una videostrategy digital e social che vive di tanti soggetti “pelosi”.

La campagna di lancio, declinata su Stampa, Affissioni, Digital e Radio, racconta invece le azioni iconiche legate ai nuovi prodotti che ‘parlano’ di sostenibilità”: dalle polpette di proteine vegetali uguali nel sapore a quelle di carne, l’edizione della libreria BILLY prodotta con legname della foresta colpita dalla tempesta di Vaia fino ai prodotti per la camera da letto in cotone, coltivato con metodi sostenibili nel pieno rispetto dell’ambiente.

La primavera inizia da te.

Con IKEA abbiamo ideato il concept “La primavera inizia da te”, uno stato mentale prima che una stagione, un nuovo mindset che si sviluppa in casa, anche con piccoli cambiamenti, e che ci apre poi lentamente al mondo esterno con uno spirito creativo rinnovato.

IKEA ha accompagnato l’arrivo della primavera con una articolata architettura di comunicazione:

Il primo grande momento ha preso vita nel negozio di Carugate, con un ingresso totalmente “primaverizzato”, sia all’esterno dove i clienti sono stati accolti da un’insegna floreale, sia all’interno dove il primo ambiente è stato travolto dall’esplosione della nuova stagione.

 

Ma non solo. Il brand ha poi portato la sua primavera in giro per la città di Milano con un tram ricco di vegetazione esternamente e di una experience fatta di suoni e profumi internamente.

SE NE PARLI NON È RARO

Sanofi Italia ha riconfermato la sua attenzione con una campagna dedicata alla Giornata delle Malattie Rare (28 febbraio 2021), sviluppata insieme a DDB GROUP ITALY. Rimuovere le barriere, anche emotive, per una piena e fattiva inclusione sociale perché certe paure le conosciamo tutti ma ce n’è una che pochi conoscono e che per questo fa ancora più paura, sentirsi esclusi.

Sorry

Volkswagen lancia una nuova campagna di gamma dedicata a 5 modelli e lo fa offrendo a tutti le prime 3 rate, la manutenzione e l’assicurazione a tutela della salute.

Un’offerta da cogliere al volo, pensata per essere alla portata di tutti. O meglio, quasi tutti. Perché quei 5 astronauti che in questo momento si trovano nello spazio non possono proprio approfittare dell’occasione.

Sulle note di I’m Sorry di Brenda Lee, ricordiamo così a tutti che questa nuova e vantaggiosa offerta è disponibile ora, ma solo sulla Terra.

 

Non chiamiamoli eroi.

Insieme a Bennet abbiamo realizzato il video “Non chiamiamoli eroi”, dedicato a tutti i dipendenti, per la responsabilità e la dedizione che hanno dimostrato durante l’emergenza e per lo straordinario impegno con cui continuano ad affrontare questo momento.

 

Bennet ha giocato un ruolo di primo piano nel sostenere le comunità locali durante l’emergenza COVID-19. Un lavoro che ha richiesto uno sforzo logistico e organizzativo straordinario, portato avanti dai suoi 6725 dipendenti, con grande impegno e senso di responsabilità. Per dare visibilità e rendere merito a ciascuno di loro, abbiamo realizzato un video ringraziamento, pubblicato su tutti i canali online e declinato in radio nazionali e stampa, che presenta i dipendenti non come eroi, ma come persone normali da ringraziare in modo ancora più forte e spontaneo.